Il Selvaggio Blu

Cos’è il Selvaggio Blu

IL PIU’ BEL TREKKING D’EUROPA

 Si dice che sia il più bel trekking d’Europa, sicuramente lo è fra quelli conosciuti. E’ anche rinomato per essere difficile a causa dell’orientamento e delle caratteristiche tecniche. In questo le nostre guide giocano un ruolo importante, poiché sono loro ad occuparsi di tutto, sia dal punto di vista della sicurezza che dell’organizzazione logistica, lasciando ai clienti come unica incombenza quella di godersi l’avventura ed il paesaggio.

Si svolge su un tratto di costa nel Supramonte di Baunei che per circa cento chilometri si sviluppa  integra e totalmente incontaminata. Qui si prova sempre la sensazione di essere i primi ad attraversare questi splendidi luoghi. E’ proprio questo aspetto che rende Selvaggio Blu unico nel suo genere.

 

 

La storia

È nato negli anni ’80 grazie alla geniale idea di Mario Verin, Peppino Cicalò e della guida alpina  Marcello Cominetti. Insieme hanno pensato di unire tratti dei sentieri utilizzati dai  pastori con altri appartenenti alla rete delle antiche mulattiere dei carbonai del ’800, che venivano lasciati per lunghi periodi su queste coste fantastiche ma inaccessibili e selvagge. Ancora adesso si trovano i resti delle antiche carbonaie e le caratteristiche “iscalas fustes”costruite dai pastori per fare passare le capre su tratti di sentiero altrimenti insuperabili.

L’itinerario originale parte da Pedra Longa ed arriva a Cala Sisine, passando per le più belle spiagge di questa zona, tra cui  Cala Goloritze, Cala Mariolu, Cala Biriola, caratterizzate da  paesaggi  incontaminati.

 

Ultimamente, oltre alla versione originale, sono nate diverse alternative che rendono questo trekking ancora più interessante e versatile. Noi ne proponiamo alcune.

 

Versione originale con partenza da Santa Maria Navarrese:

si allunga di poco la prima tappa ma rende l’itinerario più completo ed interessante.

 

Versione divisa in due parti:

il trekking può essere diviso in due parti percorribili in periodi diversi dell’anno ed interscambiabili tra loro. Questa soluzione dà la possibilità, a chi non ha abbastanza tempo per la versione integrale, di spezzare il trekking in due parti distinte, che possono effettuarsi in periodi successivi.

 

Versione extreme:

l’ultima nata e anche la più impegnativa dal punto di vista tecnico.

Parte da Cala Goloritze e, percorrendo la falesia vicino alla spiaggia, attraversa sentieri sospesi sul mare e una spettacolare ferrata, porta a Cala Mariolu, e da qui a Bacu Modaloru e alla Grotta del Fico. Poi si ricollega alla versione classica tramite un altra aerea ferrata o una serie di caverne intercomunicanti. Rispetto al trekking classico questa versione può ancora proporre una vertiginosa calata di 50 m a filo di ragno che porta direttamente sulla fantastica spiaggia di Cala Biriola.

 Versione family:

E’ una edizione facilitata pensata per le famiglie con bambini. Si è sperimentato un percorso ridotto di 3 giorni con due bivacchi per le famiglie che vogliono avere un assaggio di questo fantastico trekking. Dormire sotto le stelle in posti di una bellezza ineguagliabile è un esperienza che rimarrà per sempre in mente specialmente ai più piccoli.

Contattaci